Parquet in bagno: sì o no?

La scelta di mettere o meno il parquet in bagno è da sempre una questione molto dibattuta, poiché esistono alcuni falsi miti che inducono le persone a desistere dall’effettuare quella che poi invece si rivelerebbe un’ottima scelta sia estetica sia di comfort abitativo. Vogliamo mettere a vostra disposizione la nostra esperienza per farvi scegliere in maniera autonoma e informata.

 

Cerchiamo quindi in 4 semplici punti di entrare più nel dettaglio e di sfatare questi falsi miti:

 

  • L’acqua è la principale nemica del parquet, FALSO! Il vero nemico è l’umidità. Quello che danneggia il parquet è proprio l’umidità che viene assorbita dalle fibre del legno causando deformazioni o cambiamenti di colore. State tranquilli però, perché il processo di assunzione dell’umidità nel legno è un processo molto lungo e poiché è altamente probabile che ciascuno di noi, a meno che non si voglia fare una sauna, una volta finita la doccia aprirà porte e finestre per fare uscire il vapore, tutto ciò non rappresenta assolutamente un problema. L’acqua è fonte di disastri per i pavimenti in legno, ma solo se stagnante per ore ed ore, o meglio per giorni.

 

  • Chiaramente per scegliere il parquet migliore per il bagno è necessario optare per un tipo di legno più idoneo e più resistente di altri. Tra le essenze più indicate per la pavimentazione del bagno ci sono senz’altro il Rovere, la Quercia, il Doussiè, l’Iroko, il Teak ecc… essenze molto stabili anche in ambienti con un alto grado di umidità.

 

  • In bagno, come succede in molti altri casi, tra posa incollata e posa flottante, sicuramente la prima garantisce una migliore stabilità e un migliore isolamento del legno dando molte più garanzie. Per evitare fastidiose infiltrazioni è fondamentale sigillare bene gli spazi che rimangono tra il piatto doccia e il pavimento e quelli che rimangono tra il pavimento e il muro. Oggi esistono dei siliconi speciali che se applicati in modo idoneo garantiscono la perfetta sigillatura e mantengono l’elasticità che occorre al legno per fare i suoi movimenti naturali.

 

  • L’ultima attenzione che dobbiamo prestare è quella di utilizzare prodotti di pulizia che non siano aggressivi per il pavimento in legno, sia se trattato ad olio che a vernice. Se si vuole usare varichina o vari disinfettanti per pulire Wc e bidet è possibile farlo ma stando sempre attenti che il prodotto non cada sulla pavimentazione; i prodotti aggressivi scoloriscono il legno e nel lungo periodo danno vita alle macchie. E’ buona abitudine, specialmente nei pavimenti trattati ad olio, dare il prodotto di manutenzione a cadenza semestrale.

 

 

Insomma amici ed amanti del legno, affidatevi ad un buon prodotto e ad una posa certificata fatta da personale esperto, areate bene il bagno dopo averlo utilizzato , state attenti ad utilizzare prodotti di pulizia non troppo aggressivi per il legno, mantenete il legno protetto con i vari prodotti di manutenzione……. e……..godetevi questo bellissimo materiale nel bagno come nel resto della casa, capace di regalare emozioni uniche e irripetibili.

 

 

 

 

O.M.legno Linea Pavimenti in Legno, produzione di parquet e pavimenti in legno, massicci e controbilanciati, presso lo stabilimento sito in Via oppiaccio 163 San Marcello Piteglio, Pistoia , Toscana .

AZIENDA RICONOSCIUTA 100%  MADE IN TUSCANY

 

Nuovo sito web

omlegno-homeStiamo realizzando il nuovo sito web, per poter essere sempre più vicini ai nostri clienti.

Rimanete collegati, a breve potrete vedere la nostra nuova casa.